Zeno D’Agostino, presidente di Assoporti, accusa l’UE di penalizzare i porti italiani e di applicare costi ingiustificati, che vanno a nostro sfavore e che invece alimentano i porti del Nord Europa. Tuttavia Bruxelles ha accusato gli scali italiani di non aver versato le tasse per le concessioni.

Per rispondere a questa accusa, l’associazione Assoporti, ha messo in evidenza che, oggi come oggi, sugli enti portuali gravano tasse di circa 100 milioni di euro e tutto ciò fa si che i costi del diporto di alzino persino del 40%.

L’attività portuale del nostro paese, è una di quelle che influenzano molto l’aspetto economico dell’Italia, quindi è ingiusto che un paese come il nostro, debba sborsare più denaro e quindi pagare più tasse rispetto ad altri paesi del Nord Europa che sono molto più sviluppati.

Risultati immagini per porti italiani