Categoria: Home

CROLLO BITCOIN : THOMAS LEE DICE LA SUA

Secondo il parere di Thomas Lee, ricercatore di Fundstrat, il forte declino del valore della criptovaluta BitCoin è dovuto dalla scadenza dei contratti future, spiegando che il forte crollo avvenuto in questa settimana, pari al 20% del valore della moneta, è stato provocato dalla sesta scadenza dei contratti future, lanciati sul CBOE a dicembre dello scorso anno.

Dalle analisi condotte da Lee, solitamente il valore della criptovaluta tende a scendere di circa il 18% dieci giorni prima della scadenza dei contratti, riprendendosi poi sei giorni più tardi.

Per quanto riguarda la situazione attuale del BitCoin, possiamo dire che c’è stato un leggero aumento del valore in queste ultime 24 ore, pari al 5% del valore complessivo della moneta (6.606 dollari), ma non si può dire ancora che il BitCoin sia uscito definitivamente da questo periodo di alti e di bassi.

 

Risultati immagini per bitcoin calo


INFLAZIONE IN AUMENTO

Da Aprile a Maggio l’inflazione è salita dallo 0,5% all’1,1 % in quanto ci sono stati degli aumenti di prezzo riguardanti la benzina e alcuni generi alimentari.

Questo rapido aumento dell’inflazione è dovuto senza dubbio anche dall’impatto che l’energia, l’alcool, il tabacco e il cibo hanno avuto sulla nostra economia; non sono da escludere anche i beni industriali non energetici e i servizi che, anche se con piccole percentuali, hanno contribuito alla crescita del tasso d’inflazione.

Si prevede che i prezzi dei prodotti alimentari aumenteranno dello 0,8 % su base mensile e dell’1,9 % su base annuale; il prezzo dei carburanti invece è aumentato dello 0,8 % in termini congiunturali e del 2,1 % sull’anno.

Risultati immagini per inflazione


MILLENNIALS: AVRANNO MAI UNA PENSIONE?

Cresce sempre più il problema “pensioni” che riguarda i giovani del nostro paese in quanto, secondo alcuni registri, molti non arriveranno mai ad una pensione se non minima.

Regolarmente, un lavoratore che va in pensione dopo 38 anni di servizio percepisce, come pensione, circa l’84% dello stipendio, mentre un lavoratore che andrà in pensione nel 2050, circa il 68%, quindi parliamo di una sostanziosa perdita.

Tutto questo è dovuto dal fatto che la maggior parte dei giovani ricoprono incarichi part-time oppure lavori di bassa qualità e bassa intensità poco retribuiti; insomma, una situazione critica.

Ciò non fa altro che aumentare il tasso di povertà, in quanto ci sono milioni di disoccupati, ma anche distruggere un’intera generazione e quindi il futuro del Paese. Il picco di disoccupazione giovanile si manifesta in Sicilia (317 mila) e in Campania (380 mila).

Risultati immagini per giovani disoccupati


ELEZIONI 2018: M5S SUL PODIO!

Specialmente nel sud Italia, il Movimento 5 Stelle ha ottenuto un successone, ottenendo in totale circa il 30 % dei voti ; anche la Lega ha ottenuto ottimi risultati, ovvero il 17,6 %, mentre Forza Italia circa il 15%.

Un duro colpo lo ha subito il PD, che invece ha ottenuto solo il 20% dei voti, un vero disastro, se non il peggior risultato conseguito in tutte le elezioni. 

Per il momento, la maggioranza non va a nessuno, e il M5S preferisce attendere i risultati finali e non gioire presto, perchè ancora non si ha un quadro completo; si sa solo che, dai dati che ci risalgono fino ad ora, il Movimento 5 Stelle è in cima alla classifica.

Pessimi risultati sono stati ottenuti da altri partiti, come Noi con l’Italia con l’1,1% e Leu che arriva al 3,2%

Attendiamo il verdetto finale di queste accese elezioni 2018.

 

Risultati immagini per elezioni 2018