Categoria: Economia

DI MAIO A TARANTO PER LA QUESTIONE ILVA

La società ILVA passerà nelle mani dell’ ArcelorMittal che ha vinto molte gare per gli appalti della grande industria siderurgica situata nella città jonica, ma molte questioni sono rimaste in sospeso; proprio per questo Luigi Di Maio scenderà in prima persona per incontrare il sindaco di Taranto e le associazioni dei cittadini.

Ci sono molti aspetti da controllare e da perfezionare, in quanto bisogna ancora regolamentare gli accordi con i sindacati e con l’azienda e sono ormai mesi che i piani sono fermi, senza una svolta decisiva.

L’ArcelorMittal assumerà 10.000 su 13.800 che sono chiamati in causa: i restanti 3.800 resteranno a stipendio dell’ Amministrazione Straordinaria. Tuttavia potrebbero diventare 20.000 i lavoratori se si tiene conto dell’indotto.

 

Risultati immagini per ilva taranto


VOLKSWAGEN MULTATA!

La procura di Stato di Braunschweig ha dato una multa a Volkswagen per oltre 1 miliardo di euro in quanto non sono stati rispettati alcuni parametri nella produzione di alcune automobili dal 2007 fino al 2015.

Più in particolare, in questi anni sono state vendute circa 10 miliardi di auto, alcune delle quali con una funzione software illegale.

Stiamo parlando di miliardi di veicoli con il motore diesel dei tipi EA 288 non controllati o con caratteristiche fuori dalla norma; c’è da dire che la Volkswagen ha deciso di non fare nessun ricorso e di accettare di pagare il debito.

La questione è rimasta aperta per molto tempo fino a qualche giorno fa dove è stata decretata la decisione di multare questa famosa casa automobilistica.

Immagine correlata


BORSE UE IN RIALZO!

Le piazze finanziarie europee sono in rialzo e, secondo quanto detto dal Ministero dell’Economia Giovanni Tria, l’Italia vuole rimanere dell’euro per dare vita a progetti o riforme che rispettino il bilancio.

Oltre a Milano che segna con il Ftse Mib +2,38% a21.858 punti e l’All Share segna +2,18% a 24.067, anche le altre città europee stanno contribuendo a questo rialzo: Madrid che avanza dell’1,07%, Bruxelles che segna +0,86%, Francoforte+0,6%, Amsterdam +0,51%, Londra +0,41%, Parigi +0,31%. 

Anche le banche sono in netto aumento: Unicredit +4,74%, BancoBpm +4,41%, Intesa Sanpaolo +3,94%, Bper Banca +3,82%, Ubi Banca+3,63%, Mediobanca +2,96%. In forte rialzo anche Poste Italiane(+2,85%) e Unipol (+2,84%). 

Per quanto riguarda lo Spread tra tra Btp e Bund decennali scende sotto a 240 punti, a quota 238, dopo aver toccato venerdi’ scorso i 268 punti.

Risultati immagini per borse ue


CRESCITA TRASPORTO AEREO IN ITALIA: RYANAIR IN TESTA

Nel 2017 si è registrato un notevole aumento dei voli aerei nel nostro Paese, più precisamente vi è stato un aumento del 6,2%; in particolare sono i voli low cost ad aver raggiunto numeri record specialmente in questi ultimi anni.

Basti pensare che la maggior parte dei viaggiatori in Italia preferisce la compagnia Ryanair piuttosto che la compagnia di voli tradizionali Alitalia; al terzo posto si posiziona EasyJet con quasi 16,8 milioni di passeggeri.

Ryanair ha raggiunto cifre record: stiamo parlando di quasi 37 milioni di passeggeri che hanno scelto questa compagnia dal 2016 fino ad oggi, confermandosi primo vettore operante in tutta l’Italia.

Oltre Ryanair, vi è stato un aumento generale dei voli: negli aeroporti nazionali sono transitati 174.628.241 individui, molti di più rispetto al 2016, con una quota di mercato pari al 50,9%.

Risultati immagini per ryanair


DISOCCUPAZIONE IN ITALIA: PERCENTUALI E DATI AGGIORNATI

Sembra che il tasso di disoccupazione sia sceso leggermente (11,2 %), pari a quello del 2012; tuttavia sono stati registrati degli aumenti di occupazione tra marzo ed aprile del 2018 dove circa il 2% della popolazione ha trovato un posto di lavoro.

Nonostante ciò la situazione rimane critica per i giovani, che non sembra avere nessun tipo di rialzo o di miglioramento, rimando sul 33,3 %; c’è da considerare che una gran parte dei lavoratori in Italia ha un contratto a tempo determinato, in particolare le donne.

Oggi in Italia si registrano 23 milioni e 200 mila occupati, dove l’occupazione maschile si aggira intorno al 67,5 %, mentre quella femminile è aumentata rispetto agli anni precedenti arrivando al 49,8%; rimane ancora l’allarme giovani dove il tasso di disoccupazione tocca cifre molto alte.

Risultati immagini per disoccupazione